Sky Gas & Power, società udinese attiva su scala nazionale nella fornitura di energia elettrica e gas, ha attivato una colonnina universale. «La sostenibilità deve essere incentivata con azioni concrete», spiega il CEO Caldarazzo

 

Si allarga la rete per il rifornimento elettrico in Friuli Venezia Giulia. Sky Gas & Power, società di Udine attiva su scala nazionale nella fornitura di energia elettrica e gas, ha attivato una colonnina per le auto elettriche ai Cantieri Marina San Giorgio di San Giorgio di Nogaro (UD). Una scelta dettata dalla volontà di diffondere una maggiore cultura ambientale partendo proprio dai consumi energetici. «Il coinvolgimento dei nostri clienti in questa azione rientra in una precisa politica: promuovere la sostenibilità attraverso azioni quotidiane, come può essere quella di spostarsi in auto», spiega Stefano Caldarazzo, fondatore e CEO di Sky Gas & Power. «L’installazione a San Giorgio di Nogaro, prosegue un percorso che abbiamo avviato fin dall’anno scorso in Friuli Venezia Giulia per la diffusione delle colonnine: sono state posizionate fino ad oggi allo stabilimento balneare Astoria a Sottomarina di Chioggia e al ristorante Podere dell’Angelo di Pasiano di Pordenone. Nonostante la mobilità elettrica non sia ancora particolarmente diffusa, sono postazioni che vengono molto utilizzate».

Ai Cantieri Marina San Giorgio, la colonnina ha trovato posto nelle immediate vicinanze del ristorante. «Un punto di facile accesso per quanti frequentano la nostra struttura», osserva Davide Piccinin, amministratore unico e presidente dei Cantieri Marina San Giorgio. Primo approdo per la cantieristica da diporto nato nella zona industriale Aussa Corno 45 anni fa, Cantieri Marina San Giorgio ha 300 posti barca (per imbarcazioni dai 7 ai 35 metri) con 12.000 metri quadri di capannoni su un’area da 40.000 metri. L’intero complesso si affaccia sul fiume Corno, in acqua dolce, a circa 4 miglia dal mare aperto. «Il tema ambientale ci viene ricordato quotidianamente guardando la darsena che fu dragata e bonificata da mio padre Angelo insieme con un gruppo di imprenditori nel 1973 per far spazio a marina San Giorgio», continua Piccinin. «La mobilità elettrica, che sta trovando spazio anche nel mondo della navigazione, merita di essere incentivata e valorizzata. Passaggio fondamentale è però la diffusione di appositi punti di ricarica».

La colonnina installata ha un doppio attacco universale da 22 Kw così da poter rifornire tutte le auto elettriche presenti sul mercato, dalle case automobilistiche più comuni quali Nissan, Bmw, Renault, Citroen, Volkswagen e Smart, fino alle Tesla. «La mobilità elettrica rappresenta il futuro», conclude Caldarazzo. «La capillarità dei punti di ricarica è quindi un passaggio indispensabile per sostenere un nuovo concetto di sostenibilità: ad una qualità “ecologica” dell’energia utilizzata deve abbinarsi anche un servizio puntuale. Sky Gas & Power segue un comportamento sostenibile, non anonimi call center, ma una rete qualificata di consulenti capace di orientare le scelte e indicare le soluzioni migliori per ridurre i consumi».

I benefici della liberalizzazione
Il processo di liberalizzazione dei mercati dell’energia elettrica
e gas naturale, iniziato nella metà degli anni Novanta, ha garantito il
graduale passaggio da un regime di monopolio a uno di concorrenza
nelle fasi della produzione e vendita della filiera energetica. In particolare,
per i mercati della vendita di energia ai consumatori finali,
recenti disposizioni normative hanno definito i termini per il passaggio
ad un regime di piena concorrenza fra le imprese, stabilendo l’eliminazione
nel prossimo futuro delle residue forme di regolazione del
prezzo e delle condizioni di fornitura del gas e dell’energia elettrica (
c.d. “regime di maggior tutela”).
Grazie alla concorrenza nei servizi di vendita al dettaglio di
energia e gas naturale e alle opportunità di risparmio energetico favorite
dai contatori di nuova generazione (smart meter), i clienti finali
(e tra questi i consumatori) possono scegliere tra una pluralità e
diversità di offerte, maggiormente aderenti alle proprie esigenze e
che possono garantire riduzioni di spesa annuale non trascurabili anche
rispetto all’attuale sistema di tariffe regolate: già oggi è possibile
risparmiare almeno il 13% rispetto al regime di maggior tutela (dai 60
ai 100 euro l’anno, a seconda del tipo di contratto) con un risparmio
complessivo che può arrivare a 1,5 miliardi l’anno.
La completa liberalizzazione del mercato dell’energia, infatti,
se adeguatamente sfruttata dai consumatori che sapranno scegliere
consapevolmente inducendo una vera competizione fra le diverse imprese,
manterrà i prezzi di energia elettrica e gas naturale aderenti
ai costi, trasferendo alla clientela finale gli sconti che le imprese venditrici
ottengono comprando energia e gas nei mercati all’ingrosso,
e limiterà molte inefficienze dei servizi derivanti dall’esercizio del
potere di mercato nella vendita detenuto da alcune imprese.
Affinché la liberalizzazione produca questi effetti virtuosi è necessario
che i consumatori acquisiscano maggiore consapevolezza dei
propri consumi e delle diverse offerte di forniture già in campo e siano
quindi posti in condizione di scegliere effettivamente secondo la
propria convenienza.
Il ruolo dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato
In questo contesto, l’Autorità ha un duplice compito. Da un lato,
deve evitare che alcuni operatori storici sfruttino abusivamente i vantaggi
loro derivanti in quanto ex fornitori in regime di maggior tutela,
2
VADEMECUM
in particolare ostacolando la migrazione dei consumatori in maggior
tutela verso offerte più convenienti di fornitori concorrenti nel mercato
libero, con ciò ostacolando il reale sviluppo del mercato.
Dall’altro lato, l’Autorità deve intervenire per assicurare che
indistintamente tutti i fornitori applichino condizioni contrattuali trasparenti
e adottino comportamenti corretti nei confronti dei consumatori,
che devono essere al riparo da qualsivoglia condotta ingannevole
o aggressiva messa in atto dai fornitori o dai loro agenti. Il
consumatore deve conoscere le possibilità di fornitura disponibili sul
mercato e scegliere in piena autonomia e indipendenza sia il regime
cui aderire, sia le offerte e le tariffe che intende sottoscrivere, senza
alcuna pressione indebita da parte degli incaricati alla vendita.
In tale ottica, l’applicazione contestuale, da parte dell’Autorità,
della disciplina antitrust e delle norme a tutela del consumatore
è volta a garantire che lo sviluppo di un mercato competitivo possa
produrre a pieno i suoi benefici in termini sia di prezzo delle forniture
che di qualità del servizio offerto. Tuttavia, il rispetto della disciplina
della concorrenza e delle norme a tutela del consumatore deve
affiancarsi a una maggiore consapevolezza dei cittadini/utenti, veri
protagonisti del mercato.
Il confronto attento e consapevole delle diverse offerte
I venditori di energia elettrica e gas naturale competono già da
tempo per offrire le proprie forniture ai consumatori che progressivamente
abbandonano i regimi di tutela.
Per godere dei vantaggi e delle opportunità derivanti dal processo
di liberalizzazione, il consumatore deve informarsi adeguatamente
e imparare ad orientarsi in una varietà di offerte, soprattutto in questa
fase di transizione dai regimi tutelati al mercato libero. Scegliere
consapevolmente l’offerta giusta richiede perciò, da un lato, la lettura
delle condizioni economiche e contrattuali e un confronto ponderato
e non affrettato tra le diverse offerte. Dall’altro, il consumatore
deve conoscere la struttura del settore, nonché le difese previste
dall’ordinamento per assicurare una scelta consapevole.
In caso di passaggio dal regime di tutela al mercato libero, un’informazione
sintetica sulla convenienza rispetto al regime di tutela
delle offerte a prezzo variabile è data dalla Scheda di Confrontabilità
allegata alle Condizioni Economiche. Inoltre, per facilitare tale tran3
VADEMECUM
sizione, il regolatore di settore (l’ARERA – Autorità per la regolazione
dell’energia, delle reti e dell’ambiente, ex AEEGSI) ha imposto a tutti
i venditori del mercato libero la fornitura di offerte standardizzate a
condizioni contrattuali definite dall’ARERA stesse (c.d. offerte placet).
Per accrescere l’informazione e la capacità di scelta consapevole
del consumatori, il legislatore ha recentemente istituito un nuovo
strumento di confronto fra le offerte. A decorrere dal 1° dicembre
2018, tramite il Portale disponibile sul sito di Acquirente Unico1, è
infatti possibile comparare in modo gratuito, terzo e trasparente tutte
le offerte vigenti sul mercato della vendita al dettaglio di energia
elettrica e gas naturale. Si tratta di un potente strumento di conoscenza
del consumatore che voglia individuare la fornitura di energia
e gas a condizioni di mercato che sia per lui più adatta e conveniente.
Conoscere la struttura basilare del settore e del prezzo
Le filiere dei mercati energetici si compongono di varie
fasi, che consentono di realizzare il passaggio dalla fase a
monte della produzione di energia elettrica e di gas naturale
a quella a valle della vendita ai clienti finali, passando
per le fasi a rete della trasmissione e della distribuzione
elettrica. Le varie fasi, che presentano caratteristiche intrinsecamente
distinte, sono organizzate in modo diverso
in termini di assetto concorrenziale delle medesime e regolamentazione
applicabile. In particolare, le fasi a rete
di trasmissione e di distribuzione sono dei monopoli naturali,
soggetti alla regolamentazione dell’ARERA. La rete di
distribuzione termina con il contatore (che ne fa parte),
che misura la quantità di energia elettrica o gas naturale
prelevata dalla rete dal consumatore finale.
Corrispondentemente, il prezzo totale dell’energia elettrica
e del gas è composto da:
a. Voci che riguardano i servizi il cui costo è definito dal regolatore,
in misura uguale per il mercato libero e il regime
di tutela, e non può essere modificato dai venditori
(il costo del dispacciamento, la “spesa per il trasporto e
la gestione del contatore”, gli “oneri di sistema”);
b. Imposte e tasse, tra cui l’accisa, che pesa particolarmente
sul prezzo del gas;
c. Voci che sono oggetto di regolazione solo con riguardo
alla tariffa delle offerte di maggior tutela, e vengono
1 http://www.acquirenteunico.it/attivita/portale-offerte
4
VADEMECUM
invece autonomamente determinate dai venditori nel
mercato libero: la componente energia e il margine di
commercializzazione al dettaglio,
Non sono possibili sconti sulle tariffe di distribuzione o su
altre componenti di spesa che sono decise dal Regolatore
(e sono quindi al di fuori del controllo del venditore). Le
componenti di spesa decise dal Regolatore, inoltre, variano
durante l’anno (oggi, trimestralmente) e quindi il prezzo
complessivo non può essere fisso nel corso dell’anno.
L’unica componente del prezzo della fornitura su cui possono
competere i venditori è quindi l’ultima, la “c”, “spesa
per la materia prima energia”, che è una frazione che
pesa per non più del 50% del prezzo complessivo finale
(quello che molti consumatori chiamano “prezzo finito”).
La “componente energia” può variare (nelle offerte a
prezzo variabile) sulla base di indici liberamente scelti dal
fornitore (che deve indicare nel contratto le modalità di
indicizzazione, gli indici e dove verificarne il valore) oppure
può essere fissata per un certo periodo ( nelle offerte
a prezzo fisso). Sul sito internet del Gestore dei Mercati
Energetici (www.mercatoelettrico.org) possono essere reperite
utili informazioni su alcuni indici e per valutare la
convenienza dei contratti a prezzo fisso.
Suggerimenti pratici per una scelta consapevole
Di seguito, sulla base della prassi dell’Autorità, si forniranno
alcuni suggerimenti pratici che, soprattutto in questa fase di transizione,
possono minimizzare i rischi di scelte sbagliate e mettere i
consumatori in condizione di scegliere consapevolmente.
Infatti, soprattutto nel caso in cui vi siano sollecitazioni direttamente
da parte imprese per cambiare fornitore, il consumatore deve
saper riconoscere alcuni trucchi e schemi di comportamento comuni,
al fine di marginalizzare gli operatori scorretti.
• Non firmare o dare il proprio consenso telefonico prima di
aver letto e compreso le condizioni di fornitura
Può accadere di ricevere visite o telefonate in cui gli agenti/
venditori vi propongono di aderire a un’offerta che vi permetterà di
5
VADEMECUM
evitare un aumento dei prezzi o di godere di un particolare sconto,
assicurandovi che, pur cambiando formalmente la società che emette
la fattura, il fornitore di energia (a volte, chiamato ingannevolmente
“distributore”) resterà lo stesso (ma, in realtà, cambierà). Spesso,
durante tali visite o telefonate, gli agenti pressano il consumatore
perché dia una risposta immediata, millantando la prossima scadenza
dell’offerta proposta oppure cercano di far sentire il consumatore
ignorante/disinformato.
Attenzione alla proposta di prezzi ingannevolmente fissi e/o
bassi, in cui i risparmi sono falsamente indicati, ad esempio presentando
il valore della componente energia (o della spesa per la materia
prima energia) come il prezzo complessivo, ingigantendo i possibili
risparmi e/o omettendo le componenti determinate dal regolatore.
Resistete alle sirene dello sconto e insistete per ottenere, prima
di iniziare la procedura di contrattualizzazione, un documento
stampato in cui le condizioni economiche, la durata dell’offerta e le
condizioni che verranno successivamente applicate siano chiaramente
esposte.
Non fatevi ingannare dall’insistenza degli operatori e chiedete
di essere ricontattati qualche giorno dopo, per avere il tempo di
leggere e fare gli opportuni confronti, se l’offerta vi sembra interessante.
Essere adeguatamente informati sulle condizioni contrattuali,
prima della conclusione del contratto, mediante uno stampato (e non
gli appunti dell’agente o quanto vi riferisce l’operatore del call centre)
è un vostro diritto.
• Confermare il consenso nelle vendite attraverso il canale telefonico
Nel caso di vendite attraverso il canale telefonico (teleselling),
può accadere che il venditore non si limiti a raccogliere una mera
manifestazione di interesse del consumatore priva di conseguenze
giuridiche, ma ritenga concluso il contratto a seguito della registrazione
telefonica durante la quale viene acquisito solo il consenso del
consumatore alla registrazione della telefonata.
Fate attenzione: secondo il corretto processo di conclusione del
contratto telefonico il consumatore ha il diritto di confermare per
iscritto la propria volontà di concludere il contratto, successivamente
alla telefonata in cui ha manifestato il proprio interesse per l’offerta
propostagli. In alternativa, il consumatore può rinunciare a tale diritto
e preferire la conferma telefonica, ossia attraverso lo scambio dell’offerta
e dell’accettazione su supporto durevole materiale o elettronico
6
VADEMECUM
(ad esempio, la registrazione della telefonata), purché però vengano
rispettate determinate condizioni: se il consumatore acconsente.
In tale secondo caso, infatti, la procedura di contrattualizzazione
telefonica prevede, che il consumatore, dopo essere stato informato
del fatto che con la registrazione telefonica rinuncia alla forma
scritta, presti: a) il consenso esplicito ad effettuare la conferma della
volontà di concludere il contratto su supporto durevole (e dunque a
rinunciare alla forma scritta) e non il semplice consenso alla registrazione
della telefonata; b) il consenso al cambio fornitore o al cambio
dell’offerta; c) la conferma di tale consenso. La registrazione telefonica
deve essere messa nella piena disponibilità del consumatore
(anche attraverso la trasmissione delle credenziali per accedervi sul
sito Internet del venditore), in modo tale che questi possa conservarla
e riprodurla.
Assicuratevi sempre di aver letto le Condizioni Economiche e
le altre principali Condizioni Contrattuali prima della conferma: (i)
richiedete di confermare previa ricezione della documentazione contrattuale
al vostro indirizzo di posta elettronica o convenzionale o
attraverso un link via sms a tale documentazione; (ii) appuntatevi
nel corso della telefonata il nome preciso dell’offerta e verificatene
le condizioni economiche sul sito Internet del venditore prima della
conferma, in particolare se scegliete la conferma telefonica.
• Attivazioni non richieste o disconoscimento del contratto
Spesso i venditori o i loro agenti tentano di carpire i vostri dati
per farvi cambiare fornitore. Nei casi più gravi, l’agente chiede i vostri
dati anagrafici, di fornitura e perfino bancari, millantando la necessità
di verifiche tecniche da parte del distributore o di non meglio
precisate Autorità (non è il loro compito) oppure presentandosi come
dipendenti del vostro fornitore (quando in realtà così non è), e in tal
modo carpisce la vostra firma “per ricevuta” o “per conferma del passaggio”
oppure il vostro consenso vocale.
Può accadere di ricevere chiamate in cui vi viene chiesto di
confermare il consenso reso in una precedente telefonata. Potreste
anche ricevere una lettera di conferma della accettazione della vostra
richiesta di passare ad un nuovo fornitore ovvero direttamente la
fattura relativa al primo mese di fornitura.
Molti venditori di energia elettrica/gas attivi nelle vendite a
domicilio effettuano correttamente una “telefonata di verifica” del
consenso (quality call, check call, per intercettare firme false ecc.),
7
VADEMECUM
durante la quale è possibile confermare la volontà di cambiare fornitore
ovvero di negare il proprio consenso senza dover dare spiegazioni
e senza costi. In tale ultima ipotesi, siate certi di negare chiaramente
la vostra volontà di attivare un nuovo contratto. Chiedete copia del
contratto da voi asseritamente firmato o della registrazione delle telefonate.
Se siete in grado di provare che la firma non è vostra – basta
confrontarla con la vostra carta d’identità – o che non siete voi che
rispondete alle telefonate, potete disconoscere il contratto, inviando
un reclamo all’indirizzo per i reclami che trovate sul contratto, nella
registrazione o sul sito del professionista.
Nel caso di attivazione non richiesta: i) avete diritto a non pagare
la fornitura ai sensi dell’art. 66-quinquies del Codice del Consumo;
ii) potete sporgere reclamo all’Autorità Garante della Concorrenza e
del Mercato; iii) il fornitore non richiesto vi deve riportare al precedente
fornitore secondo la procedura di ripristino prevista dalla delibera
n. 228/17 dell’ARERA.
• Esercitare il diritto di ripensamento
Il consenso dato nelle vendite telefoniche e a domicilio non è
irreversibile: il consumatore dispone del “diritto di ripensamento”,
cioè del diritto di recedere dal contratto, nei 14 giorni solari successivi
alla conclusione dello stesso, senza condizioni o giustificazioni
(art. 52 del Codice del Consumo). Tale diritto permette in ogni caso al
consumatore di rivedere la propria decisione e tornare indietro se non
è convinto o se scopre di essere stato ingannato su alcune caratteristiche
fondamentali dell’offerta.
Si può recedere dal contratto inviando il modulo o una qualsiasi
comunicazione – riportanti l’identificativo della vostra fornitura
(nome/cognome intestatario, POD/PDR, codice fiscale, matricola
contatore (per il gas) e la data di conclusione del contratto – agli
indirizzi forniti dal venditore.
Per le vendite a domicilio, i 14 giorni di ripensamento decorrono
dalla firma del modulo contrattuale oppure dall’avvenuta accettazione
da parte dell’operatore della proposta di cambio fornitore proveniente
dal consumatore.
Per le vendite telefoniche, i 14 giorni di ripensamento decorrono
da quando il consumatore invia la conferma scritta o riceve la registrazione
della telefonata di conferma (o le credenziali per accedere
a tali registrazioni sul sito Internet del venditore).
8
VADEMECUM
• Rifiuto di addebiti una tantum e di addebiti di ignota provenienza
in conto corrente
Potreste ricevere una comunicazione di addebiti in conto corrente
una tantum, di modesta entità, da parte di Autorità o distributori.
Non fatevi ingannare. In tal caso si tratta di un modo per farvi
credere che l’addebito che vi troverete sul conto corrente è legittimo,
contrariamente al vero.
I lavori di manutenzione ed ammodernamento delle reti elettriche,
idriche e del gas sono coperti da apposite voci delle bollette
(p.es., trasporto e gestione del contatore), di ammontare deciso dal
Regolatore (ARERA) e uguale per i consumatori in regime di tutela e
per quelli sul mercato libero, e non sono addebitati con bollette separate
una tantum. In ogni caso, le Autorità non contattano i singoli
utenti, se non per iscritto in casi rari e specifici. Si tratta invece di un
uso fraudolento del vostro IBAN.
Nel caso, invece, di addebiti di ignota provenienza, è opportuno
sapere che il consumatore può chiedere alla propria banca la revoca
degli addebiti SDD (che hanno preso il posto dei vecchi RID) entro 8
settimane dal giorno in cui è avvenuta l’operazione di addebito, senza
dover dimostrare nulla (in caso di addebiti chiaramente non autorizzati,
il termine per richiedere la revoca sale a 13 mesi).
Per evitare che tale termine trascorra, non attendete l’estratto
conto trimestrale per verificare gli addebiti ricevuti, ma monitorate
periodicamente i vostri movimenti bancari o richiedete l’invio di sms
informativi (a pagamento) ogni volta che un addebito è eseguito.
In breve:
• Non abbiate fretta.
• Usate tutti gli strumenti di conoscenza messi a vostra disposizione
per individuare l’offerta più adatta e conveniente rispetto
alla vostra attuale.
• Leggete il contratto (o almeno le condizioni economiche di fornitura)
con attenzione.
• Chiedete sempre un secondo contatto per confermare la volontà
di sottoscrivere una nuova fornitura, dopo aver letto le
condizioni di fornitura.

Al via l’ottava edizione di Economia sotto l’Ombrellone: il lavoro tra nuove professioni e antichi mestieri.

Dal 6 al 27 agosto a Lignano Sabbiadoro (UD)


Industria 4.0, settore vitivinicolo, vecchie professionalità e consulenza finanziaria.


Al Beach Aurora quattro incontri sui temi economici d’attualità con i protagonisti dell’imprenditoria.

L’ingresso è libero

Programma:
Lunedì 6 agosto ore 18.30
“Rivoluzione 4.0 e nuovi lavori”
Manuel Cacitti – Ceo Securbee
Cristiano Ercolani – Vicepresidente CNCT Confindustria CSIT
Marco Giacomini – Amministratore delegato Real Comm Srl

Alberto Miotti – Fondatore Servizi 4.0

Lunedì 13 agosto ore 18.30
“Prospettive della produzione vitivinicola, possibilità occupazionali e attività sociali”
Carlo Feruglio – Presidente Azienda agricola La Ferula
Giulio Gregoretti – Direttore Fondazione Villa Russiz
Marco Tam – Presidente Greenway Srl

Lunedì 20 agosto ore 18.30

“Come investire i propri risparmi in un mondo che cambia”
Leonardo Balconi – Responsabile Area finanza di Credifriuli
Mario Fumei – Consulente finanziario
Andrea Paderni – Consulente finanziario di Copernico SIM
Nicola Rotondo – Direttore generale Investitori Associati Consulenza SIM

Lunedì 27 agosto ore 18.30

“Occasioni di lavoro dal recupero di antichi mestieri”
Vincenza Crimi – Corniciaia
Michele Della Mora – Restauratore di libri e stampe antichi
Roberto Giurano – Direttore Scriptorium Foroiuliense
Al termine degli incontri sarà offerto un aperitivo dalla Fondazione Villa Russiz
L’ingresso è libero e gratuito.
L'ltalia ha guadagnato la prima posi­zione mondiaie, a pari merito con la Ger­mania, nella classifica dei Paesi con la maggiore efficienza energetica. E' quanto emerge dall'edizione 2018 dell'lnternatio­nal Energy Efficiency Scorecard, ii rap­porto biennale dell'American Council for an energy-efficient economy (Aceee).
Dal rapporto - che utilizza 36 indica­tori suddivisi nelle 4 categorie "edilizia", "industria", "trasporti" e "sforzi nazionali per l'efficienza" - emerge che nessuno dei 25 Paesi grandi consumatori di ener­gia analizzati ottiene ii massimo punteg­gio, con una media che resta identica a quella dell'edizione 2016: 51 punti su 100 (QE 21/7/16). L'ltalia (seconda classificata due anni fa) e la Germania (che mantiene il primo posto) ottengono 75,5 punti, se­guiti da Francia (73,5), Regno Unito (73) e Giappone (67). Perdono terreno la Cina (giu dal 6° all'8° posto con 59,5) e gii Usa (dall'8° al 10° con 55,5).
L'ltalia guadagna posizioni in tre delle quattro categorie considerate (massimo 25 punti ciascuna): edilizia (dal 7° al 5° posto con 20 punti), industria (dal 3° al 2° posto con 20,5) e sforzi nazionali (dal 6° al 3° posto con 18). La Penisola scende invece dal 1° al 2° posto nei trasporti (17 punti), dove - sottolinea il rapporto Aceee (disponibile in allegato sul sito di QE) - "vi è  ampio di miglioramento nell'efficienza, in particolare considerato che l'uso del trasporto pubblico è molto basso e l'intensità energetica della flotta molta alta".
Riconfermata la partnership per la stagione 2018/19

Per cominciare a chi sottoscrive un contratto luce gas con SKY GAS & POWER  avrà IN REGALO l’abbonamento In tribuna libera.
 
Sosteniamo lo sport per una stagione ricca di sfide.



campagna abbonamento

L’eco sostenibilità passa da Pordenone. Il Podere dell’Angelo di Pasiano di Pordenone è il primo ristorante del Friuli Venezia Giulia a dotarsi di quattro colonnine di ricarica delle auto elettriche. L’iniziativa è stata realizzata in collaborazione con Sky Gas & Power, azienda udinese attiva su scala nazionale nella fornitura di energia elettrica e gas e che ha fatto della sostenibilità un proprio valore aggiunto dove la qualità “ecologica” dell’energia utilizzata si coniuga con un comportamento sostenibile nei confronti del cliente. Per il Podere dell’Angelo si è inoltre trattato di un passo ulteriore verso un concetto di sostenibilità a tutto tondo.

“Credo profondamente in un futuro ecosostenibile e nella difesa dell’ambiente”, dice Carlo Nappo, 32 anni chef e cotitolare della struttura insieme con Vincenzo Cioffi.

Le energie rinnovabili rappresentano il nostro futuro; un futuro che possiamo già costruire oggi facendo delle precise scelte nell’ambito di un minor spreco, minori consumi energetici e minor inquinamento”. Sono parole che per Nappo hanno significato scelte precise.

“La cucina è stata dotata di tecnologie all’avanguardia che assicurano in risparmio energetico, inoltre stiamo lavorando con le biomasse per dare energia da fonte rinnovabile alla nostra struttura. La scelta di dotarci di colonnine per la ricarica delle auto elettriche è coerente con una politica rigorosa che stiamo facendo in difesa dell’ambiente. Queste colonnine sono le prime in regione messe in un ristorante, ma spero non siano le uniche: se tutti facessimo qualcosa per l’ambiente, lasceremmo sicuramente un mondo più bello ai nostri figli”.

Per il Podere dell’Angelo l’innovazione è la quotidianità. “Un’innovazione che trasmettiamo attraverso scelte di qualità”, aggiunge Nappo. “La nostra struttura che si estende su 67 ettari punta a valorizzare i prodotti locali – coltiviamo il grano usato in cucina insieme con verdure, frutta ed erbe aromatiche, abbiamo 50 ettari a vigneto – e i prodotti di qualità. Siamo convinti che il Friuli Venezia Giulia possa dare tanto. E la dimostrazione concreta è proprio questa collaborazione tra una struttura di Pordenone e Sky Gas & Power che ha sede a Udine”.

Qualità, attenzione all’ambiente ed eco sostenibilità sono alla base dell’azione di Sky Gas & Power. “Siamo convinti che questa l’iniziativa possa essere d’esempio per un crescente numero di attività del settore commerciale e ricettivo La disponibilità di un comodo punto di ricarica costituisce sicuramente un servizio gradito dai clienti della propria struttura”, afferma Stefano Caldarazzo, fondatore e CEO di Sky Gas & Power.

“L’installazione di Pordenone prosegue un percorso che Sky Gas & Power ha avviato fin dall’anno scorso in Friuli Venezia Giulia per la diffusione delle colonnine di ricarica: un esempio sono quelle posizionate allo stabilimento balneare Astoria di Sottomarina di Chioggia. Da fornitori di energia elettrica e gas ci siamo fatti promotori di un nuovo concetto di sostenibilità: non parliamo solamente dell’importanza della qualità “ecologica” dell’energia utilizzata, ma anche dal comportamento sostenibile adottato nei confronti della clientela. Non call center, ma una rete qualificata di consulenti”.

Le quattro colonnine di ricarica hanno un attacco universale da 22 Kw così da poter rifornire tutte le auto elettriche presenti sul mercato, dalle case automobilistiche più comuni quali Nissan, Bmw, Renault, Citroen, Volkswagen e Smart, fino alle ricercate Tesla. “La mobilità elettrica rappresenta il futuro – conclude Caldarazzo -. Chi ha un’auto elettrica deve anche avere la possibilità di ricaricare facilmente le batterie: la diffusione delle colonnine è quindi un passaggio indispensabile per sostenere un’innovazione ecosostenibile”.

Domenica 25 marzo si è giocata la prima tappa dello Sky Gas & Power Golf Tour.

La tappa di Bologna ha visto vincitori:
  • Primo Lordo CASSANO ALBERTO
  • Primo netto di 1^ categoria BELTRAMI STEFANO
  • Primo netto di 2^ categoria CARBOGNIN RICCARDO
  • Primo netto di 3^ categoria GALLINGANI ROBERTA
  • Prima Lady BERGONZINI CECILIA

Con loro ci rivedremo direttamente alla Finale del 30 settembre al Golf Club Udine, con voi alle prossime tappe dello Sky Gas & Power Golf Tour.

Il mondo Sky Gas & Power comprende i settori
  • del Gas
  • dell'Energia elettrica
  • dell'Efficienza energetica

Invia la tua richiesta di fornitura qui ➡ https://goo.gl/gQJN3c e scopri tutti i vantaggi dedicati alle PMI.


L'Architetto Francesca Rizzani è l'ideatrice della nuova sede di Sky Gas & Power di Udine.
Come si crea una Sede aziendale Energetica?

Guarda il video e scegli l'offerta Sky gas & Power adatta a te qui ➡http://www.skygaspower.com/it/servizi/

Da anni Sky Gas & Power sostiene con passione ed energia la Apu Gsa Udine - di cui è Gold Sponsor.

Di energia, e del rapporto con Sky Gas & Power, ha parlato anche l’Amministratore Delegato e General Manager della GSA - Gruppo Servizi Associati SpA - Davide Micalich.

Quali sono le realtà che fanno più ricco il nostro territorio friulano?

Scopriamolo insieme a Franco Soldati, Presidente dell'Udinese Calcio S.p.A.

Sky Gas & Power e Udinese Calcio 1896: un rapporto di Sponsorizzazione e Fornitura che dura nel tempo.


Sky Gas & Power, come Euro&Promos FM, migliora la qualità della vita e degli ambienti di lavoro in tutta Italia.

Guarda l'intervista realizzata da Alice Mattelloni a Sergio Bini, Patron di Euro&Promos.

Sky Gas & Power si rivolge principalmente alle aziende.

Maurizio Merenda, Ceo di Stroili Oro Group, parla della sua esperienza con noi.

Sky Gas & Power chiude in positivo il 2017 con un fatturato intorno ai 30 milioni di euro e un incremento del 50% in più rispetto al 2016.

L'azienda punta a una ulteriore crescita nei prossimi due anni, periodo in cui entrerà totalmente in vigore il mercato libero dell'energia.
Il 18 dicembre Sky Gas & Power ha inaugurato i nuovi uffici della sede di Udine.

Un ottimo modo per chiudere il 2017 e proiettarsi con rinnovata energia verso il 2018 appena iniziato, ricco di nuovi obiettivi da raggiungere.

Scegli Sky Gas & Power per la tua Azienda.
Sky Gas & Power utilizza anche Energia Verde al 100%- certificata GO. CO-FER* - per le forniture di Gas ed Energia Elettrica.

Scegli per la tua azienda le Energie Rinnovabili.
Contattaci per un'offerta dedicata ➡ info@skygaspower.com

*Certificazione che attesta l’origine rinnovabile delle fonti utilizzate dagli impianti qualificati CO-FER per la produzione dell’energia elettrica.

Undici tappe che attraversano tutta l’Italia sui migliori “green” dello stivale. Parte ufficialmente da Fagagna (UD) sabato 17 marzo il primo Sky&Gas Golf Tour, torneo golfistico a tre categorie organizzato da Sky Gas & Power, azienda udinese attiva su scala nazionale nella fornitura di energia elettrica e gas. Una competizione che vuole ritagliarsi un posto di primo piano nel panorama delle manifestazioni golfistiche.

«Confermiamo il nostro impegno in ambito sportivo», afferma il fondatore e CEO di Sky Gas & Power Stefano Caldarazzo. «Dopo la collaborazione con il settantaquattresimo Open d’Italia di golf, la presenza al circuito Sky Gas & Power Tennis Rodeo e la partnership con la pallacanestro GSA APU Udine, abbiamo deciso di investire nello sport di livello per trasmettere i valori dell’efficienza energetica». La prima edizione dello Sky&Gas Golf Tour toccherà alcuni dei migliori campi d’Italia. «Il concetto “green” passa dallo sport all’energia condividendo la passione per l’ambiente, la cura dei dettagli e l’eccellenza nel servizio», aggiunge Caldarazzo.

Il torneo è un tre categorie Stableford a 18 buche, riservato ai giocatori maggiorenni; ad ogni tappa verranno premiati i primi due classificati in ciascuna delle tre categorie, 1 lordo ed 1 lady che accederanno alla finale nazionale che si svolgerà il 30 settembre là dove tutto è cominciato, al Golf Club di Udine. I vincitori della finale riceveranno un soggiorno in una località esclusiva, ancora top secret ma di sicuro appeal per ogni golfista. La passione si accende, dunque, per la prima tappa sabato 17 marzo al Golf Club di Udine.

 

Il tour partirà dal Golf Club Udine di Fagagna (UD) il 17 marzo per poi proseguire il 25 al Golf Club Bologna di Monte San Pietro (BO), il 14 aprile all’Asolo Golf Club di Cavaso del Tomba (TV) ed il 29 al Marco Simone Golf Club di Guidonia (Roma); il 13 maggio il tour farà tappa al Golf Club Padova di Galzignano Terme (PD) e il 26 maggio al Poggio dei Medici Golf Club di Scarperia (FI); a giugno toccherà il Golf Club Villa Condulmer di Mogliano Veneto (TV) per poi scendere il 7 luglio in Sardegna al Pevero Golf Club in Costa Smeralda (OT), il 21 luglio al Golf Puglia San Domenico di Fasano (BR) e risalire il 19 agosto al Golf Lignano di Lignano Sabbiadoro (UD); ultima tappa il 2 settembre al Royal Park Golf I Roveri di Fiano (TO) prima della finale del 30 settembre nuovamente al Golf Club Udine di Fagagna (UD).

Per informazioni: 0432.583774, info@skygaspower.com.

Sky Gas & Power e lo sport, un binomio che si rafforza con la partnership stretta con gli organizzatori del 74° Open d’Italia di golf.

Dal 12 al 15 ottobre, dunque, sui green del Golf Club Milano gli atleti potranno disporre di una carica in più.

“La nostra azienda – commenta il nostro amministratore delegato Stefano Caldarazzo – è da sempre legata al mondo dello sport. Da anni siamo partner di Udinese Calcio, APU GSA Udine e dei più importanti eventi golfistici in Friuli Venezia Giulia. Proprio il golf è uno degli sport che più interpreta i nostri valori aziendali: Sky Gas & Power è da sempre attenta all’ambiente e fornisce ai suoi clienti energia certificata prodotta da fonti rinnovabili. Il nostro spirito green si rispecchia totalmente nella strategia aziendale, che vede nella commercializzazione delle colonnine di ricarica per auto elettriche uno dei prodotti di punta. Colonnina di ricarica che, tra l’altro, è presente anche qui presso il Golf Club Milano”.

Un altro importante passo, un’altra importante conferma della qualità e della serietà della nostra azienda:

l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ci ha rilasciato infatti il Rating di legalità, un importante attestato che conferma la genuinità della nostra attività.

“Un importante segnale, a conferma ancora una volta la solidità e la genuinità della nostra azienda - afferma il nostro amministratore delegato Stefano Caldarazzo - un attestato di stima che ci spinge a puntare ancora più in alto, per fornire ai nostri clienti un servizio sempre migliore”

Ieri si è concluso il Senior Italian Open al Villaverde Hotel & Resort - Wellness Spa & Golf. Il titolo è andato allo statunitense Dennis Clark.
Qui uno scatto del nostro amministratore delegato con il campione!
Al via oggi il Senior Italian Open, decima tappa del Golf Italian Pro Tour, dove siamo main sponsor dell’evento! 
Vi aspettiamo al Villaverde Hotel & Resort - Wellness Spa & Golf di Fagagna!
L’Alps Tour torna al Golf Club Lignano dove è in programma il Lignano Open (20-22 luglio) anticipato mercoledì 19 luglio dalla Pro Am. Si ripropone, dunque, in grande stile il golf internazionale sul tracciato friulano, sede già in passato di altre importanti manifestazioni. L’evento avrà quale Official Sponsor l’azienda Sky Gas & Power.

Sottomarina pensa al futuro dotandosi della prima colonnina di ricarica per auto elettriche. La struttura, posizionata nel piazzale del centralissimo stabilimento balneare Astoria, è stata realizzata con la collaborazione di Sky Gas & Power, azienda udinese operante da anni nel mercato libero dell’energia. Il progetto, voluto fortemente dal titolare del Centro Astoria Fabrizio Boscolo Nale,  si è potuto concretizzare grazie al supporto della nuova sede operativa di Sky Gas & Power a Chioggia.

 

“Abbiamo voluto installare la colonnina nel piazzale del nostro stabilimento – dichiara Boscolo – per fornire ai cittadini un nuovo servizio: consentire ai possessori di vetture elettriche di ricaricare il proprio mezzo grazie alle due prese disponibili, una delle quali predisposta per la ricarica rapida. La collaborazione con Sky Gas & Power è il risultato dell’ottimo rapporto e della fiducia instauratasi tra il Centro Astoria e l’azienda udinese”.

 

“Alla Sky Gas & Power - commenta l’amministratore Stefano Caldarazzo – siamo convinti che l’iniziativa dell'Astoria possa essere d'esempio per un crescente numero di attività del settore commerciale e ricettivo. La disponibilità di un comodo punto di ricarica costituisce sicuramente un servizio gradito non soltanto ai clienti abituali: siamo certi che l’iniziativa verrà apprezzata anche da enti ed associazioni di categoria. L’installazione della colonnina vuole essere uno stimolo anche dal punto di vista della sostenibilità ambientale, per il rilancio di Chioggia e Sottomarina. Oltre all’Astoria, molti altri imprenditori locali quali Hotel Mediterraneo, Bagni del Padoan, Point Break, il comparto ittico C.A.M., CRAME, la pasticceria Serenissima, Tommy’s e la Casa della Carne hanno scelto Sky Gas & Power come partner per la fornitura di energia elettrica e gas.  La scelta di aprire una sede operativa a Chioggia – continua Caldarazzo –  nasce con l’obiettivo di fornire alla popolazione un nuovo punto di riferimento, formato da personale altamente qualificato, in grado di guidare il cliente verso la migliore scelta possibile attraverso consulenze mirate in maniera del tutto gratuita”.

Si apre la campagna abbonamenti per la stagione 2017/18 dell’APU GSA Udine e noi di Sky Gas non potevamo mancare!
Con l’apertura di un contratto luce e gas, in regalo un abbonamento in tribuna libera!


Immagini emozionali per celebrare il pianeta e le sue preziose risorse naturali, immagini che descrivono Sky Gas & Power nella sua essenza e volontà di operare con trasparenza e rispetto nei confronti del consumatore.
Grande successo per il circuito Sky Gas & Power, che si concluderà domenica 12 Febbraio presso l'Eurotennis Sporting Cordenons.
Ultima tappa fondamentale per l'assegnazione delle teste di serie in vista del Master del 10-12 Marzo presso la TCM Tennis Academy di Moruzzo.
In bocca al lupo a tutti i partecipanti!!!

Qui l'articolo che il Messaggero Veneto ha dedicato alla manifestazione.
Arriva la Tutela SIMILE con l'1 gennaio 2017: un contratto web che assomiglia a quelli che oggi vengono sottoscritti dai fornitori del mercato libero gestito da Aquirente Unico. Si potrà scegliere dal sito tra un numero limitato di offerte commerciali, semplici e standard.
La Tutela SIMILE sarà sostanzialmente una tariffa scontata; dopo la sottoscrizione, consentirà al consumatore di ricevere dal venditore un bonus "una tantum" che permetterà di risparmiare rispetto a quanto paga oggi per la fornitura di luce e gas con il servizio di Maggior Tutela. Il punto è cercare di far acquistare online energia elettrica e gas così come oggi vengono fatti gli acquisti online. Entro il 2018, con il disegno di legge Concorrenza, si completerà la liberalizzazione del mercato di gas ed energia.

Con un giro d’affari di oltre 6.000 clienti in Italia e un fatturato in crescita del 40% l’anno, SKY Gas & Power è una realtà in espansione nel mercato libero dell’energia, dove opera come fornitore di gas ed energia elettrica per aziende e privati. Fondata nel 2013 dall’imprenditore udinese Stefano Caldarazzo, dopo un breve avvio in Veneto si è trasferita a Udine, in via dei Torriani 17, (fronte Confindustria) da dove opera come punto di riferimento per il Nord Est e tutto il Nord Italia. E’ partner di Roma Gas & Power, uno dei più grandi player italiani del settore con oltre 3 miliardi di metri cubi di gas venduti e presenza in 8.000 comuni italiani.

“In soli 2 anni – dichiara Caldarazzo – siamo diventati la punta di diamante del gruppo, che gestisce altre 5 società satelliti in Italia. Forniamo oltre 6.000 clienti in Italia, per un venduto di 150 milioni di kw/h di energia e 30 milioni di mc/anno di gas”. Tra le realtà servite ci sono grandi industrie, pmi, artigiani, amministrazioni pubbliche e condomìni, con un fatturato che è cresciuto del 40% ogni anno e che nel 2015 si è chiuso con 11,8 milioni di euro. “Ma già nei primi mesi del 2016 abbiamo rinnovato contratti e avviato nuovi ordini che confermano il trend positivo con previsioni di crescita attorno ai 20 milioni di fatturato per l’anno in corso”, fa sapere Caldarazzo.

Crescita a doppia cifra per Sky Gas & Power, società udinese attiva nel mercato del gas e dell’energia. Il bilancio 2015 si è chiuso con 10,8 milioni di euro di fatturato, più del doppio dell’anno scorso. Raddoppiati anche i clienti che hanno toccato quota 6500 tra la regione e il resto d’Italia. Non solo: l’azienda friulana continua a scalare il mercato e segna già un +80% nel fatturato della prima metà del 2016 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. "Merito di diversi fattori – commenta l’amministratore Stefano Caldarazzo – sicuramente del nostro approccio al mercato che ci porta a essere non solo fornitori ma veri e propri consulenti per la gestione ottimizzata del gas e dell’energia per il risparmio energetico, in particolare per il mondo business. E poi la nostra capacità di diversificare i servizi personalizzandoli in modo quasi sartoriale sulle esigenze di fornitura e sui budget dei clienti. Non ultimo, un team affiatato e competente che garantisce i massimi livelli di assistenza back office e front office al cliente". Sky Gas & Power si propone come fornitore di gas naturale e di energia elettrica attraverso una gestione dell'approvvigionamento dall'estero e da produttori nazionali. L'offerta garantisce risparmio di costi e messa in efficienza delle strutture gestionali e produttive per realtà di tutte le tipologie.
Cosa succede se cambio il fornitore di energia elettrica nel corso dell'anno? Come devo comportarmi se attivo un'utenza elettrica residenziale, ma non ho la tv? Che devo fare se sono titolare di più utenze elettriche? Le richieste di chiarimento sul pagamento, per la prima volta in bolletta elettrica, del canone Rai sono molte e l'Agenzia delle Entrate ha provato a fare il punto e rispondere preventivamente sul proprio sito a quelle che possono essere le domande più frequenti (le cosiddette Faq) in vista dell'arrivo della prima rata da 51,03 euro.

CANONE SOLO SU BOLLETTA CASA DI RESIDENZA
Innanzitutto l'Agenzia ricorda a chi è titolare di una utenza elettrica residente e di una utenza elettrica non residente che il canone è addebitato esclusivamente sull'utenza di tipo residenziale.

DUE BOLLETTE DA RESIDENTI CON DUE ADDEBITI, CHE FARE? 
Se si è titolari di due utenze elettriche residenti e ci si vede quindi addebitare il canone due volte, le Entrate spiegano che "non si dovrebbe" essere titolari di più di un'utenza elettrica di tipo domestico residenziale. In ogni caso, l'Agenzia suggerisce di verificare che i riferimenti anagrafici e il codice fiscale presenti nei due contratti siano aggiornati. Per conoscere le modalità per richiedere il rimborso del canone non dovuto è comunque necessario attendere un apposito Provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle entrate, in corso di emanazione.

NUOVA UTENZA ELETTRICA, DA QUANDO È ADDEBITATO IL CANONE?
Il canone è addebitato dal mese di attivazione della fornitura. L'addebito avverrà nella prima fattura elettrica utile, dove saranno addebitate le rate già scadute. Se il televisore era già posseduto prima dell'attivazione dell'utenza l'eventuale importo non addebitato deve essere pagato mediante modello F24.

NUOVA UTENZA ELETTRICA, MA NIENTE TV, COME EVITARE L'ADDEBITO?
Bisogna compilare il quadro A della dichiarazione sostitutiva, spiega l'Agenzia, ed inviarlo entro il mese successivo a quello di attivazione della fornitura.

CAMBIO DI FORNITORE, BISOGNA COMUNICARE QUALCOSA?
In caso di "switch" tra imprese di elettricità ai fini dell'addebito non bisogna specificare nulla. Le rate saranno addebitate dalle due imprese elettriche secondo i periodi di relativa competenza.

MARITO E MOGLIE, DUE UTENZE MA STESSA FAMIGLIA, QUANTE VOLTE SI PAGA?
Il canone, sottolineano le Entrate, è dovuto una sola volta per famiglia anagrafica. Per evitare il doppio addebito è però necessario compilare il quadro B della dichiarazione sostitutiva, indicando il codice fiscale da addebitare. Per conoscere le modalità per richiedere il rimborso del canone addebitato e non dovuto è necessario attendere il Provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle entrate. Tuttavia, precisano ancora alle Entrate, non dovrebbe sussistere più di un'utenza elettrica di tipo domestico residenziale nell'ambito di una stessa famiglia anagrafica.
Negli ultimi anni, grazie alle politiche per l’efficienza energetica, l’Italia ha risparmiato 2 miliardi di euro in termini di riduzione delle importazioni di petrolio e gas e ha potuto evitare l’emissione di 18 milioni di tonnellate di CO2. Occorre quindi continuare in questa direzione e riuscire a cogliere occasioni importanti come i fondi europei 2014-2020 che possono dare un contributo essenziale al raggiungimento degli obiettivi ambientali dopo la COP21, ma anche alla ripresa economica considerate le dimensioni delle risorse in gioco. Sono le parole che Federico Testa, presidente dell’ENEA, ha pronunciato intervenendo al convegno Le politiche ambientali per lo sviluppo sostenibile dopo Parigi 2015 durante Forum PA di Roma. Per Testa un progetto innovativo di riqualificazione delle aree urbane potrebbe integrare i fondi europei con risorse private e incentivi statali destinati a interventi strutturali e di efficienza energetica in edifici pubblici e privati. L’ENEA nel suo ruolo di Agenzia nazionale per l’efficienza energetica, ha come obiettivo il supporto al decisore pubblico nella predisposizione di misure operative per la promozione di interventi di miglioramento dell’efficienza energetica, il monitoraggio degli obiettivi nazionali di risparmio e la definizione di scenari di applicazione. Al Forum PA ENEA è presente nell’ambito della Campagna nazionale MiSE-ENEA sull’efficienza energetica Italia in Classe A, con un proprio spazio per illustrare i servizi a supporto della Pubblica Amministrazione per l’implementazione dell’efficienza negli usi finali di energia. In Italia gli oltre 13mila edifici pubblici consumano ogni anno 4,3 TWh di energia per una spesa complessiva di 644 milioni di euro. Di questi circa il 20% è quello più energivoro con un consumo pari a 1,2 TWh e una spesa di 177 milioni di euro. Secondo le stime ENEA è possibile ridurre di oltre il 40% il consumo di questi edifici più inefficienti, con un risparmio pari a 73 milioni di euro, mettendo in campo interventi sull’involucro edilizio e sugli impianti, ma anche un cambio di comportamenti negli usi energetici.


Fonte: Green Planner Magazine
UDINE: Paolo Bordon, presidente della Maratonina di Udine, Lino Lardo, coach di Apu Gsa, Matteo Tonon, presidente di Telethon Udine (che ha ricordato che sono oltre 188 mila euro i fondi record raccolti con la staffetta 2015), presente assieme a Valerio Gaiotto, e Maria Grazia Zanon Santuz, presidente dell’Associazione italiana leucemie di Udine sono i vincitori dei premi Friul Tomorrow per il 2015. Questo evento è stato promosso dal Comitato Friul Tomorrow in collaborazione con SKY Gas & Power, Associazione don Gilberto Pressacco, Unione nazionale consumatori, Euretica e Aido, associazione per la donazione di organi, tessuti e cellule di Udine La consegna dei riconoscimenti si è svolta tra i due tempi della partita di basket di serie B, girone B, Apu Gsa Udine – Bergamo al palazzetto dello sport Manlio Benedetti di Udine grazie alla disponibilità del presidente di Apu Gsa Alessandro Pedone. Le motivazioni che hanno spinto i volontari del Comitato Friul Tomorrow, coordinato da Daniele Damele e don Davide Larice, a premiare per l’anno 2015 degli esponenti del mondo dello sport e del sociale sono le seguenti: «Si tratta di persone che operano alla guida di realtà con spirito di servizio, fair play ed etica costruendo il Friuli del domani e costituendo un modello educativo altamente favorevole, per giovani e non, diffondendo costantemente nella società friulana importanti valori agendo, come accennato, per il Friuli del domani senza scordare mai le proprie origini». Hanno consegnato i riconoscimenti il presidente del Consiglio regionale, Franco Iacop, l’assessore comunale allo sport di Udine, Raffaella Basana, quello provinciale, Beppino Govetto, Alessandro Pedone, presidente di Apu Gsa e Stefano Caldarazzo di SKY Gas & Power. Presenti anche Flavio Pressacco, Valerio Gaiotto, Valentino Pizzone, Marisa Loszach e molti altri in un palazzetto affollato che ha plaudito all’evento.
L'ente di certificazione Bureau Veritas Italia S.P.A.​ ha certificato Sky Gas & Power conforme ai requisiti della norma di sistema di gestione ISO 9001:20015 per la commercializzazione di gas naturale ed energia elettrica per il mercato libero e relativi servizi di assistenza e consulenza in materia di risparmio energetico!

Superano gli 8 milioni e mezzo di euro i ricavi di Sky Gas & Power nei primi 6 mesi dell’anno. La società udinese attiva nel mercato libero del gas e dell’energia ha rilasciato i dati del primo semestre 2016, registrando un aumento pari a + 4,3 milioni euro rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. E' stato chiuso con 8,640 milioni di euro di ricavi e 524 mila euro di Ebitda e si prevedono di superare ampiamente a fine anno il traguardo dei 20 milioni di fatturato, vale a dire il doppio dell’anno scorso.
La società con sede in centro a Udine, e consulenti in tutta Italia, conferma il trend di crescita con riferimento a tutte le tipologie di fornitura. Nei primi 6 mesi dell’anno le utenze sono passate dalle 5.400 del 2015 alle 7.230 attuali. Tra le realtà servite ci sono grandi industrie, pmi, artigiani, amministrazioni pubbliche e condomìni in tutta Italia, il 40% dei quali in Friuli Venezia Giulia. Il fatturato è cresciuto del 50% ogni anno da quando la società è nata, nel 2013, e ha un venduto di 190 milioni di KWh di energia e 40 milioni di mc/anno di gas.
Quest’anno sono aumentati i clienti privati con l'attivazione delle proposte di fornitura ad hoc per le utenze domestiche siglabili direttamente online attraverso il sito web. Si tratta di una fascia di utenze ancora in fase di sviluppo ma si sono già visti i primi, apprezzabili risultati. Inoltre la consociata SalvaEnergia con cui ci Sky Gas & Power si occupa di efficienza energetica ha ottenuto la certificazione europea UNI CEI 11352:2014, un risultato importante considerato che le aziende obbligate alla diagnosi energetica, secondo una direttiva europea, dovranno rivolgersi solo ed esclusivamente a società ESCo certificate.

Nei piani per il prossimo futuro c’è l’assunzione di nuovo personale (una ventina i collaboratori impegnati a Udine e 10 quelli a Roma, dove hanno sede crm, logistica e credito), l’apertura dello sportello in via dei Torriani a Udine anche il sabato, per migliorare il servizio al cliente, e l’educazione all’uso intelligente delle fonti energetiche in collaborazione con le scuole. E' già stata organizzata la prima “lezione” in collaborazione con l’International School di via Martignacco a Udine che ha avuto esito positivo, e conferma l’importanza di istruire i bambini al rispetto delle risorse naturali del pianeta e a un uso corretto della luce e del gas in casa.

CORDENONS. Profeta in patria: Alain Quattrin, portacolori dell’Eurotennis di Cordenons, si è aggiudicato la 4ª tappa del circuito regionale Rodeo, “SKY Gas & Power”: torneo riservato ai giocatori della quarta categoria (non superiore a 4.1). Si è trattato dell’ultima tappa prima del master finale che si svolgerà a Moruzzo il 12 e il 13 marzo. In finale l’esperto Quattrin ha avuto ragione proprio di un giocatore del club che ospiterà la fase finale, Mattia Orlando, arresosi 10-3 al tie-break che sostituisce il terzo set. Le racchette dell’ Eurotennis hanno nel complesso dominato la competizione, considerando i piazzamenti di Federico De Santi e Matteo Missana, superati in semifinale rispettivamente dal vincitore e dal finalista del torneo. Nel femminile vittoria per la triestina Sara Parpinel (Ssd Gaja) che ha superato in finale (con un doppio 4-2) Rosa Russo (Ronchi).
Sabato 26 novembre 2016 si è svolto un incontro "Ricordando Susanna...: stili di vita corretti per prevenire il tumore e l'aumento delle liste di attesa per un organo" all'Istituto Stringher di Udine un incontro con Euretica e Aido (associazione italiana per la donazione di organi, tessuti e cellule). L'intenzione è quella di promuovere la prevenzione tra i più giovani. Presente oltre al dirigente scolastico dell'Istituto Anna Maria Zilli, l'oncologo Umberto Tirelli (ideatore del decalogo per stare in salute) e Roberto Peressutti, direttore centro regionale trapianti Fvg. L'incontro si è svolto in occasione del terzo anniversario della morte di Susanna Damele, scomparsa a 46 anni dopo aver lottato per 17 anni contro il tumore. Sky Gas & Power ha dato il sostegno per l'iniziativa.
Riparte il torneo di tennis organizzato dal Tcm tennis accademy di Moruzzo in colloborazione con la Federtennis del Friuli Venezia Giulia. Si tratta del 2° Circuito regionale di tennis Sky Gas & Power dotato di un " price money" di 2 mila euro. Sono quattro le tappe assegnate in ordine di date, a Tc Moruzzio la prima, in seguito a Tc Trieste, Tennis Campagnuzza (Gorizia) ed Eurotennis (Pordenone). Nella sua prima edizione ha avuto un successo strepitoso, movimentando 320 giocatori. Promuovere il concetto di sport.
A partire dai consumi di energia elettrica di gennaio, entreranno in vigore nuove modalità di calcolo sulle penali per il superamento del consumo di energia reattiva da parte dei Clienti con potenza impegnata superiore a 16,5 kW, ai sensi della delibera 180/2013. Le penali applicate in bolletta, la cui entità è stata definita per l’anno 2016 dalla delibera 654/2015/R/eel, sono ancora differenziate sulla base di due scaglioni di prelievo dell’energia reattiva nelle fasce F1 e F2, ma viene modificata la definizione della prima soglia, sia relativamente al valore del cosφ medio mensile, che passa da 0,9 a 0,95, sia in relazione al superamento dei prelievi mensili di energia reattiva in tali fasce, con una riduzione della franchigia dal 50Ϻl 33Ͻella corrispondente energia attiva. Inoltre, in presenza di particolari condizioni – come ad esempio un cosφ medio mensile minore di 0,7 – il gestore della rete potrà chiedere al Cliente un adeguamento dell’impianto e, in casi limite, potrà sospendere il servizio. Al fine di evitare l’applicazione delle penali, consigliamo di analizzare lo stato attuale del proprio sistema, verificando la possibilità di integrare la propria capacità di rifasamento installando nuova potenza reattiva. Per maggiori dettagli consulta la Delibera AEEGSI sul sito www.autorita.energia.it/it/docs/13/180-13.htm
Domenica 28 febbraio alle ore 18.45 (ovvero tra i due tempi della partita di basket di B maschile Apu - Gsa Udine – Basket Bergamo) al palazzetto dello sport Manlio Benedetti (via Antonio Marangoni a Udine) si terrà la consegna dei premi FRIUL TOMORROW per il 2015 promossi dal Comitato Friul Tomorrow. Le motivazioni che hanno spinto gli organizzatori a scegliere i destinatari del mondo dello sport e del sociale del riconoscimento riguardano “il fatto di pensare e agire per il Friuli del domani senza scordare le proprie origini all’insegna del fair play”. L’evento è aperto a chiunque desiderasse intervenire. L’evento ha il patrocinio di Sky Gas & Power, associazione don Gilberto Pressacco, Unione nazionale consumatori, Euretica e AIDO.
Il 29 gennaio si è svolto un convegno organizzato da ANAMMI (Associazione nazional-europea degli amministratori d’Immobili“ e SKY Gas & Power ( Gruppo Roma Gas & Power), che ha analizzato i punti sulle disposizioni in tema di riqualificazione energetica degli immobili e sull'uso più intelligente dell’energia per i consumi domestici. L’appuntamento si è svolto all'Hotel Laguna Palace di Viale Ancona 2. Ed erano presenti oltre 200 Amministratori Condominiali. Si è parlato dell’obbligo di adeguamento per condomini con impianti centralizzati, di caratteristiche degli impianti di riscaldamento e degli attestati di riqualificazione energetica richiesti dalle normative in vigore, con particolare riferimento agli interventi di messa in sicurezza e di miglioramento delle prestazioni energetiche domestiche. L’incontro ha approfondito anche le soluzioni di risparmio energetico basate sull'impiego di fonti rinnovabili e su un uso più “intelligente” dell’energia da parte dei cittadini.“ ANAMMI e SKY Gas & Power organizzeranno a breve dei convegni in altre città italiane
La seconda tappa del Circuito tennistico Sky Gas & Power è stata ospitata dal Tennis club Triestino. Evento importante per una location altrettanto importante, come prevede il programma organizzativo concertato fra le Federtennis Fvg e il Tcm Academy di Moruzzo. In gara, due tabelloni di “singolare”, a numero chiuso: 48 giocatori, nel maschile e 24 nel femminile. La crema dei 4ª categoria, la più affollata, dove coabitano giovani rampanti e vecchie glorie. Fra le ragazze, trionfa Francesca Giorgi, la tredicenne emergente del Tc Triestino, e testa di serie numero 3. Sul versante maschile, si piazza al primo posto Stefano Venica, del Tc Corno.
È pronto a muovere il primo Circuito tennistico regionale di tornei a tappe, con incontri solo di singolare, formula Rodeo, sostenuto da SKY GAS & POWER e organizzato dal Tcm Moruzzo tennis academy di Marco Sartorello. Il primo appuntamento è da venerdì a domenica al Tc Moruzzo. La manifestazione è riservata a giocatori e giocatrici di quarta categoria e si sviluppa su quattro tornei, uno per provincia, ospitati dai principali club del Friuli Venezia Giulia. Il Circuito è a numero chiuso: 48 giocatori per il tabellone maschile e 24 per quello femminile. La formula della manifestazione è quella del Rodeo. E’ un tennis anomalo. Velocizzato, con partite che durano quasi la metà di quelle ordinarie: si giocano solo quattro game per set e l’eventuale terzo, di spareggio, è sostituito da un tie - break, ai 10 punti. Rodeo è anche un tennis compatibile con impegni di lavoro o di studio degli iscritti: si gioca, infatti, soltanto nei fine settimana. Quindi, ogni tappa si esaurisce in tre giorni. Circa un terzo dell’impegno di un normale torneo. Al termine di ciascuna delle quattro tappe del Circuito si assegnano punti ai primi quattro classificati. La somma di questi risultati forma la classifica generale del Circuito, con i primi 24 giocatori e le prime 12 giocatrici, dei rispettivi tabelloni, ammessi ai Master finali che assegnano titoli e premi: il prize money è di 2.000 euro. Per inciso: i punti a disposizione vanno dai 100 per i vincitori di tappa ai 20 per chi arriva ai quarti di finale. Gli iscritti al Circuito non hanno l’obbligo di correre in tutte le tappe, ma ne devono disputare almeno due per poter entrare nei Master finali. Le iscrizioni sono ancora aperte e devono essere indirizzate ai club ospitanti le tappe del Circuito SKY GAS & POWER. È una novità che incrementa l’attività invernale a lungo percorso, che un tempo andava in letargo e si affianca al tradizionale campionato a squadre Ca’ d’Oro cup, in partenza ai primi di dicembre. La SKY GAS & POWER parte ora e chiude il Circuito il 13 marzo 2016. Calendario. Prima tappa: dal 27 al 29 novembre, Tc Moruzzo Tennis academy: info@cartennis.com. Seconda tappa: all’11 al 13 dicembre, Tc Triestino info@tctriestino.com. Terza tappa: dal 15 al 17 gennaio 2016, Tc Campagnuzza (Gorizia) info@asdtenniscampagnuzza.it. Quarta tappa: dall’11 al 14 febbraio 2016, Eurotennis Cordenons eurosporting@euro-sporting.it. Master finale: il 12 e il 13 marzo, Tc Moruzzo Tennis academy info@cartennis.com. Ugo Massa 25/11/2015
Dal 2016 entrerà in vigore la “Bolletta 2.0”, nuovo modello di documento di fatturazione definito dall'Autorità per l'energia, per rendere più semplici e comprensibili le tradizionali bollette
Vecchia bolletta addio, arriva la bolletta 2.0: un solo foglio con tutti gli elementi essenziali di spesa e di fornitura ben evidenziati, format più semplice, snello, per renderla più chiara, moderna e comprensibile. 
La 'rivoluzione della bolletta', una novità che riguarda famiglie e piccole imprese, è stata approvata dall'Autorità per l'energia e arriverà 'fisicamente' nelle nostre case o sui nostri computer-tablet-smartphone (per chi la riceverà on line) a partire dal 01/01/2016 per garantire i tempi tecnici necessari alle modifiche.

La bolletta 2.0 è frutto di un ampio percorso di consultazione avviato lo scorso anno dall'Autorità coinvolgendo -anche attraverso specifici questionari e audizioni - imprese, consumatori e le loro associazioni e, per la prima volta, anche opinion maker, giornalisti ed esperti di comunicazione.
La semplificazione riguarda in particolare i contenuti e i termini utilizzati nella bolletta sintetica, che sarà quella inviata a tutti, fondamentali per capire la spesa finale: ad esempio gli attuali servizi di vendita si chiameranno 'spesa per la materia energia/gas naturale', i servizi di rete 'spesa per il trasporto e gestione del contatore'.
Nella prima pagina della bolletta sarà indicato anche il costo medio unitario del kilowattora/standard metro cubo, come rapporto tra la spesa totale e i consumi fatturati.
Chi volesse approfondire le diverse voci di spesa, potrà comunque richiedere al proprio fornitore gli elementi di dettaglio, ovvero le diverse pagine con la descrizione analitica delle componenti che determinano la spesa complessiva. Gli elementi di dettaglio saranno sempre forniti in caso di risposta ai reclami.

Nella bolletta 2.0, inoltre, verrà data evidenza anche alla "spesa oneri di sistema'', una voce che oggi viene pagata all'interno dei servizi di rete ma non evidenziata nelle bollette. Nel settore elettrico sono, ad esempio, gli incentivi alle fonti rinnovabili e assimilate e alle imprese manifatturiere energivore, i fondi necessari alla messa in sicurezza delle centrali nucleari o per la ricerca, tutte voci che incidono per oltre il 22% sulla spesa finale del cliente tipo servito in maggior tutela.
Le nuove bollette garantiranno anche una maggiore chiarezza in caso di eventuali ricalcoli, ovvero i conguagli, che avranno particolare evidenza in un apposito box in caso di modifiche dei consumi misurati, ad esempio per errori di fatturazione.

Novità anche per le modalità di invio della bolletta per i clienti 'in tutela', all'insegna della promozione delle modalità digitali di consegna. A regime infatti chi sceglierà il pagamento con domiciliazione su conto corrente bancario, postale o su carta di credito (per l'elettricità circa la metà dei clienti domestici e più di un terzo dei non domestici) avrà come metodo principale di emissione quello digitale/elettronico -, con la possibilità comunque di poter richiedere la forma cartacea. Tutti gli altri clienti finali, cioè coloro che non hanno l'addebito automatico, continueranno invece a ricevere il tradizionale formato cartaceo. Inoltre, chi richiederà il formato elettronico riceverà dall'operatore anche un piccolo sconto.
L'operazione bolletta 2.0 prevede inoltre l'attivazione di strumenti di servizio, fra i quali una Guida interattiva della bolletta che verrà resa disponibile on-line sul sito dell'Autorità, con la spiegazione di tutte le voci di spesa (per un cliente servito in tutela) anche in base ai termini utilizzati nel Glossario della Bolletta.
Un aspetto significativo della riforma è la maggiore flessibilità per il mercato libero, in modo da lasciare agli operatori la possibilità di sfruttare la bolletta come strumento di concorrenza , rispettando comunque le regole previste dall'Autorità in termini di trasparenza e contenuto minimo.

La delibera 501/2014/R/com relativa alla 'bolletta 2.0' è disponibile sul sito www.autorita.energia.it
Nelle ipotesi dell'Autorità gli adeguamenti più consistenti per le imprese non integrate ma di minori dimensioni Con il documento per la consultazione 514/2015/R/EEL l'Autorità per l'energia ipotizza un incremento significativo delle componenti del prezzo finale dell'elettricità per il servizio di maggior tutela destinate alla copertura dei costi di commercializzazione al dettaglio.
Con la delibera 487/2015/R/eel l'Autorità per l'energia ha definito, per il settore elettrico, la regolazione dello switching attraverso l'utilizzo del Sistema Informativo Integrato (SII) nel caso di punti di prelievo attivi, unitamente alla gestione della risoluzione contrattuale e all'attivazione dei servizi di ultima istanza
Tra le ipotesi per l'aggiornamento dal 1 gennaio 2016 un aumento da 75 a 240 euro circa della quota fissa. Con il documento per la consultazione 449/2015/R/gas l'Autorità per l'energia ha presentato i suoi orientamenti sulla revisione dal 1 gennaio 2016 della componente QVD a copertura dei costi di commercializzazione al dettaglio nei prezzi tutelati del gas, inserendo tra le ipotesi un significativo incremento delle quote fisse applicate ai punti di prelievo
Per la seconda volta consecutiva, il Pun è tornato a crescere. Secondo quanto comunicato da Gme, nella trentaseiesima settimana dell'anno, il prezzo medio di acquisto è salito di 4,81 euro/MWh, portandosi a 54,81 euro/MWh (+4,81%)
Il caldo spinge la richiesta a 32 TWh. Picco del 21 luglio a 59.353 MW. Nei primi sette mesi dell'anno fabbisogno in crescita dell'1,6% rispetto al 2014
Con la riduzione dei corrispettivi e delle quantità di risorse interrompibili elettriche da approvvigionare a partire dal 2015, disposta la scorsa settimana dall'Autorità per l'energia su indirizzo del ministero dello Sviluppo economico nel quadro dei provvedimenti "tagliabollette", gli oneri in bolletta per il servizio si ridurranno del 25% rispetto al 2013. A tanto equivale il già segnalato risparmio di 140 mln previsto dall'applicazione della norma, il che colloca l'onere complessivo dell'interrompibilità lo scorso anno finora a circa 560 mln. Lo rimarca oggi in una nota lo stesso Mise dando annuncio ufficiale dell'atto di indirizzo ministeriale a Aeegsi e Terna del 13 novembre.
L'Autorità per l'energia ha avviato un procedimento per l'attuazione, per quanto di sua competenza, delle norme del Dl competitività 91/14 di interesse per l'energia, in particolare quelle sugli sconti sull'elettricità alle PMI attraverso il c.d. spalmaincentivi, i tagli alle imprese minori delle isole etc; quelle sul prezziario GSE; quelle sul mercato elettrico in Sicilia e Sardegna; e quelle sullo scambio sul posto. L'obiettivo è tra le altre cose arrivare a un adeguamento dei sistemi di fatturazione funzionale all'applicazione degli sconti sugli oneri di sistema alle PMI dal 1 gennaio 2015. Considerata una simile ristrettezza di tempi l'Autorità prefigura il possibile ricorso a forme di consultazione accelerata o successiva. Da segnalare che riguardo alla norme per la riduzione degli oneri per gli incentivi al solare l'Autorità tiene per ora in sospeso la parte legata al sistema di cartolarizzazione previsto di commi dal 7 al 12 dell'art. 26 in attesa della necessaria verifica di compatibilità con gli impegni di finanza pubblica dell'Italia con l'Ue che il ministero dell'Economia deve ancora effettuare. La delibera in questione è la 447/2014/R/eel.
Il GSE informa che è stato aggiornato al 31 agosto 2013 il Contatore del “costo indicativo cumulato annuo degli incentivi” riconosciuti agli impianti alimentati da fonti rinnovabili diversi da quelli fotovoltaici.
Il costo indicativo annuo risulta pari a circa 4,51 miliardi di euro.

Contribuiscono a tale valore, oltre agli impianti incentivati con il provvedimento CIP 6, con i Certificati Verdi o con leTariffe Onnicomprensive ai sensi del D.M. 18/12/2008, anche gli impianti ammessi ai registri in posizione utile o vincitori delle procedure d'asta ai sensi del D.M. 6/7/2012 e gli impianti i cui Soggetti Responsabili hanno presentato richiesta di ammissione agli incentivi del D.M. 6/7/2012 a seguito dell' entrata in esercizio.
Il GSE informa che nella sezione FAQ > Certificati bianchi sono disponibili nuove risposte ai quesiti più ricorrenti, relative ai seguenti argomenti:

I. cumulabilità, di cui all’art.10 del DM 28 dicembre 2012;

II. istruzioni operative inerenti la presentazione di:
a. una proposta di revoca/ritiro di un progetto;
b. nuove schede, ai sensi dell’art.12, comma 3 del DM 28 dicembre 2012;
c. una richiesta di cambio di titolarità relativa ad un progetto;

III. criteri e ambiti di applicazione della scheda 40E;

IV. criteri e ambiti di applicazione della scheda 45E;

V. criteri e ambiti di applicazione delle schede sulle autovetture.
16/10/2018

Ai cantieri Marina San Giorgio arriva la ricarica per le auto elettriche

LEGGI LA NEWS
03/10/2018

La liberalizzazione dell’energia e del gas, dalla maggior tutela al mercato libero: scegliere consap ...

LEGGI LA NEWS
02/08/2018

Sky Gas&Power sponsor di Economia sotto l’Ombrellone

LEGGI LA NEWS
04/07/2018

Efficienza Energetica

LEGGI LA NEWS
23/06/2018

SKY GAS & POWER ruggisce assieme all’APU GSA UDINE BASKET

LEGGI LA NEWS
04/05/2018

A Pordenone la prima struttura del Friuli Venezia Giulia dedicata alle auto elettriche con le prime ...

LEGGI LA NEWS
27/03/2018

SKY GAS & POWER GOLF TOUR 2018 - BOLOGNA

LEGGI LA NEWS
13/03/2018

Sky Gas & Power Golf Tour

LEGGI LA NEWS
14/02/2018

SKY GAS & POWER DA' VALORE ALL'ENERGIA

LEGGI LA NEWS
30/12/2017

SKY GAS & POWER CHIUDE IN POSITIVO IL 2017

LEGGI LA NEWS
19/12/2017

MAURIZIO MERENDA E SKY GAS & POWER

LEGGI LA NEWS
19/12/2017

SERGIO BINI E SKY GAS & POWER

LEGGI LA NEWS
19/12/2017

FRANCESCA RIZZANI E SKY GAS & POWER

LEGGI LA NEWS
19/12/2017

DAVIDE MICALICH E SKY GAS & POWER

LEGGI LA NEWS
19/12/2017

FRANCO SOLDATI E SKY GAS & POWER

LEGGI LA NEWS
18/12/2017

SKY GAS & POWER INAUGURA I NUOVI UFFICI

LEGGI LA NEWS
01/12/2017

SKY GAS & POWER: ENERGIA VERDE AL 100%

LEGGI LA NEWS
19/10/2017

Rating per la Legalità

LEGGI LA NEWS
11/10/2017

74° Open d'Italia di Golf

LEGGI LA NEWS
11/09/2017

Dennis Clark vince il Senior Italian Open

LEGGI LA NEWS
07/09/2017

Via al Senior Open Italia di Fagagna

LEGGI LA NEWS
24/07/2017

Lignano Open

LEGGI LA NEWS
14/07/2017

Colonnina Elettrica

LEGGI LA NEWS
15/06/2017

Sky Gas & Power Video Corporate

LEGGI LA NEWS
12/06/2017

Abbonamento Omaggio all'APU GSA Udine

LEGGI LA NEWS
05/05/2017

Sky Gas & Power certificata ISO 9001

LEGGI LA NEWS
06/02/2017

Rodeo Sky Gas & Power

LEGGI LA NEWS
13/12/2016

Arriva la Tutela SIMILE: da gennaio tariffa scontata per chi sceglie il mercato libero

LEGGI LA NEWS
28/11/2016

Continua a crescere Sky Gas & Power

LEGGI LA NEWS
23/11/2016

Istruzione, prevenzione e Sky Gas & Power

LEGGI LA NEWS
22/11/2016

Tennis e Sky Gas & Power

LEGGI LA NEWS
29/07/2016

Crescita a doppia cifra per la società Sky Gas & Power

LEGGI LA NEWS
14/07/2016

Canone Rai in bolletta: arrivano le fatture, ecco tutto quel che bisogna sapere

LEGGI LA NEWS
27/05/2016

Efficienza energetica: meno combustibili fossili e CO2

LEGGI LA NEWS
27/03/2016

SKY Gas & Power: energia al risparmio

LEGGI LA NEWS
03/03/2016

Quattrin dell’Eurotennis vince il Rodeo”SKY Gas & Power”

LEGGI LA NEWS
02/03/2016

Bordon, Lardo e Tonon vincono i premi “Friul Tomorrow”, patrocinati da SKY Gas & Power

LEGGI LA NEWS
29/02/2016

Variazione calcolo penale energia reattiva

LEGGI LA NEWS
24/02/2016

PREMI FRIUL TOMORROW PER IL 2015

LEGGI LA NEWS
30/01/2016

ANAMMI e SKY Gas & Power: un convegno a Mestre con oltre 200 Amministratori

LEGGI LA NEWS
11/01/2016

Circuito Sky Gas e Power: trionfano Giorgi e Venica

LEGGI LA NEWS
14/12/2015

"Messaggero Veneto" Il primo Circuito di Tennis Fvg "SKY Gas & Power"formula Rodeo

LEGGI LA NEWS
23/11/2015

Bolletta 2.0

LEGGI LA NEWS
04/11/2015

Maggior tutela, verso aumenti componente vendita dettaglio da gennaio

LEGGI LA NEWS
20/10/2015

Switch fornitore elettrico, da giugno 2016 si farà col SII

LEGGI LA NEWS
05/10/2015

Gas, Autorità valuta balzo della componente Qvd per i condomini da gennaio

LEGGI LA NEWS
28/09/2015

Consumi elettrici, boom record in luglio

LEGGI LA NEWS
28/09/2015

Borsa elettrica, Pun in aumento a 54,81 euro/MWh

LEGGI LA NEWS
13/11/2014

Tagliabollette, Mise: costi interrompibilità -25%

LEGGI LA NEWS
18/09/2014

Provvedimenti dell’autorità - legge 116/2014 : riduzione delle bollette elettriche a favore dei clie ...

LEGGI LA NEWS
24/09/2013

Aggiornato il Contatore degli oneri delle fonti rinnovabili elettriche diverse dal fotovoltaico

LEGGI LA NEWS
23/09/2013

Certificati Bianchi: pubblicate nuove faq

LEGGI LA NEWS
 

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie presenti sul Portale.

Ulteriori informazioni